The Omniaficta Theatre On The Net

Posts Tagged ‘propaganda

Il piazzista

with 4 comments

Se non puoi riempire una piazza, che fai? Ne costruisci una più piccola. Una ad uso e consumo delle telecamere, l’unico occhio che conta, l’unico senso che resta. Così puoi raccontare la tua storia, il racconto di un uomo e un popolo che avrebbero valori, ideali, sogni comuni. E il cui rapporto non può essere incrinato da nulla. Una leggenda plausibile, rassicurante. Non importa a nessuno che sia stata elaborata a tavolino da copywriter ed esperti di marketing politico. Che differenza può fare se funziona, se sta in piedi e può essere venduta facilmente? L’apparenza è tutto, la propaganda è ovunque. Il potere può camminare su queste gambe e andare lontano. Si può immaginare che questa sia la politica. E illudersi di poter controllare eventuali variabili e dissensi. Nessuno di noi può sapere fino che a punto si spingerà questa illusione. Però sappiamo che non ha contagiato tutti. C’è ancora chi vuole guardare in faccia la realtà, discuterla, comprenderla e magari cambiarla. Qualcuno che ancora crede nella partecipazione al mondo e non al gregge. Qualcuno che sente di appartenere a una dimensione sociale in cui tutti sono importanti. Un’altra dimensione, certo, rispetto a quella del potere che si vende e si compra. Del potere che non è più di tutti, ma di pochi. Qualcuno c’è, qualcuno che non crede al piazzista e alla sua leggenda senza valore.

Annunci

Written by omniaficta

20 marzo 2010 at 23:52

Pubblicato su contraddetti

Tagged with , , , , ,

A cosa serve Sanremo?

leave a comment »

Una domanda apparentemente oziosa. Con molte risposte. La migliore è un post di caracaterina dove non si parla di mercato discografico, di fiori o di auditel. Si parla di noi (noi cittadini italiani).

Written by omniaficta

20 febbraio 2010 at 18:05

Bravo! Grazie.*

with 5 comments

Mi sono imbattuto in un ottimo blog (Innovatori Europei – St Louis’s Weblog) che sbugiarda, con competenza e serietà, le vanterie propagandistiche di Renato Brunetta, in particolare sui benefici effetti delle sue trovate. Lo segnalo e ne consiglio la lettura in considerazione della scarsissima capacità critica dimostrata dai giornali (per non dire dei telegiornali) sull’argomento.

* Per chi non lo ricordasse, questo titolo è una battuta di Petrolini.

Written by omniaficta

10 agosto 2008 at 12:08