The Omniaficta Theatre On The Net

Basta un poco di zucchero…

leave a comment »

Scienziati: lo zuccheroè pericoloso come lalcol – Scienza – lUnità.

Sul fatto che ci siano comportamenti “pericolosi” non si discute. Ci sono. Alcuni sono inevitabili. Altri sono indotti. Alcuni sono piacevoli e altri no. Comunque, sempre più spesso si presenta questa tendenza al “moralismo” fondata sulla ricerca scientifica. Si dice: abbiamo scoperto che questa cosa fa male e quindi occorre tassarla, metterci un’etichetta terroristica e curare quelli che ne fanno uso. Perché la colpa è del consumatore, ovviamente, che non sa resistere e deve essere protetto da sé stesso e dal mondo. Sull’argomento ci sarebbero molte cose da dire. Ne direi due. Brevissime.

Innanzitutto è necessario distinguere le responsabilità di ogni soggetto. Ad esempio, le aziende cercano di vendere i loro prodotti (che spesso sono schifezze, altrimenti non ricorrerebbero a questi mezzi) facendo leva su meccanismi di “dipendenza” a tutti i livelli, sia fisica che psicologica. Per evitare questi comportamenti occorre darsi delle regole, proibendo l’aggiunta di sostanze potenzialmente pericolose (anche solo per il dosaggio) negli alimenti. Senza criminalizzare chi consuma senza consapevolezza.

Ma poi diciamocelo. Sono tutti pronti a indicarci la retta via, pretendendo di farci star meglio. Ma questi “scienziati” alzano mai gli occhi dal loro microscopio (in senso metaforico)? Si guardano mai attorno per vedere quali pericoli corriamo veramente? E si rendono conto delle implicazioni culturali dei comportamenti, che non sono solo connessi alla biologia e/o alla volontà di ciascuno? Ecco, mi piacerebbe che si guardasse all’insieme dei problemi, senza pensare di poter trasferire le scoperte della ricerca (sacrosante e utili, ovviamente) sul terreno pragmatico e normativo così rozzamente, senza riflessione. Cominciando intanto da questa constatazione: essere vivi è pericoloso comunque. Anche il più salutista dovrà alla fine convenire sul fatto che non potrà evitare le conseguenze del proprio assetto genetico, dell’inquinamento o di un terremoto, di una caduta dalla bicicletta o di una malattia infettiva…

Annunci

Written by omniaficta

5 febbraio 2012 a 20:06

Pubblicato su contraddetti

Tagged with , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: