The Omniaficta Theatre On The Net

Lo spettacolo deve continuare?

leave a comment »

Non so se guarderò le prossime olimpiadi. Molti sport attendono questa occasione per avere una visibilità altrimenti improponibile e moltissimi atleti si preparano duramente, per anni, in vista di un evento che permette di dimostrare il proprio valore nel confronto diretto con i migliori avversari del mondo. Persone oneste, tenaci, pacifiche. Persone che andranno a Pechino per fare del loro meglio in quello che sanno fare meglio. Non è colpa loro se questi giochi sono stati affidati ad un paese così sicuro di sé e della propria forza da permettersi di reprimere, ancora una volta e con estrema durezza, un paese occupato militarmente da 58 anni. Vedete, quello che i cinesi hanno fatto in Tibet è un repertorio di azioni che, in altri contesti, viene definito “crimine contro l’umanità”. Certo si potrebbe pensare che, per come vanno le cose, certe azioni possono essere chiamate “crimine contro l’umanità” se a compierle è un paese relativamente piccolo, mentre possono essere chiamate “lotta al terrorismo” se a compierle è un paese indiscutibilmente grosso. Non ci credete? In effetti sarebbe piuttosto difficile crederci, basandoci sulle reazioni dei nostri politici occidentali (ma non solo loro). Non so se l’avete notato: per chi fa politica ad alto livello è diventato quasi impossibile criticare apertamente la Cina. Anche Tremonti, se tornerà al governo, vedrete che smetterà di parlarne. Ora, tutto questo silenzio probabilmente è “utile” ad una parte dell’occidente, almeno economicamente. Ma è giusto? Vi sembra etico? Tutti i nostri bei valori che ostentiamo anche nelle occasioni più improbabili e tutte le nostre mozioni di principio e le vantate virtù dell’umanità civile e progredita, tutto questo che fine ha fatto? Insomma, dove troveremo il coraggio di usare ancora parole come libertà, democrazia, autodeterminazione, diritti umani, cultura?

Io credo che, guardando in TV le gare olimpiche, non potrei fare a meno di pensare alla nostra ipocrisia, alla nostra viltà, alla nostra avidità. Non è un boicottaggio. E’, se possibile, un puro e onesto egoismo. Vorrei evitarmi una dolorosa lezione di misantropia. Francamente, non ne ho proprio bisogno.

Buona visione.

Annunci

Written by omniaficta

8 aprile 2008 a 16:09

Pubblicato su contraddetti

Tagged with , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: