The Omniaficta Theatre On The Net

La monarchia dell’autore

leave a comment »

C’è da chiedersi la ragione di tanto esibizionismo autoriale. Spinti da un’editoria industriale permeabile e spietata, molti scrittori si affannano a imbastire il loro trono di cartapesta, tribuna istrionica che fintamente elargisce i significati che dovrebbero sostenere l’opera. Regni da operetta, in realtà, serissime farse costruite come rovesciamenti drammatici di un film dei fratelli Marx. Non si ride. La loro verità è questa, in fondo. Non c’è niente da ridere. Tanto vale farsi un nome.

Invece. Cos’è un libro?

«Un libro si produce, avvenimento minuscolo, piccolo oggetto maneggevole. È da questo momento preso in un gioco senza posa di ripetizioni; i suoi doppi, attorno e lontano da lui, si moltiplicano; ciascun lettore gli dà, per un istante, un corpo impalpabile e unico; frammenti circolano, che sono fatti passare per lui, che si dice lo contengano quasi tutto e nei quali alla fine gli capita di trovar rifugio; i commenti lo raddoppiano (…)

Per chi scrive il libro, grande è la tentazione di dettar legge a tutto quello sfarfallamento di simulacri, di prescriver loro una forma, provvederli di una identità, imporgli un contrassegno che dia a tutti un certo valore costante (…) “Sono l’autore; mirate il mio volto o il mio profilo; ecco a che cosa dovranno rassomigliare tutte quelle figure raddoppiate che circoleranno sotto il mio nome; quelle che se ne allontaneranno, non varranno nulla; e il valore delle altre, è dal grado di rassomiglianza che voi potrete giudicarlo. Io sono il nome, la legge, l’anima, il segreto, la bilancia di tutti quei doppi” (…)

Vorrei che questo oggetto-avvenimento, quasi impercettibile fra tanti altri, si ricopiasse, si frammentasse, si ripetesse, si simulasse, si raddoppiasse, sparisse infine senza che la persona cui è capitato di produrlo possa mai rivendicare il diritto di esserne il maestro, di imporre quel che voleva dire, né di dire quel che doveva essere»

da Michel Foucault – prefazione a Storia della follia nell’età classica (tradotta da Emilio Renzi e Vittore Vezzoli), Rizzoli.

Annunci

Written by omniaficta

6 ottobre 2007 a 16:14

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: